DELIA CERUTI traSh

Il lavoro di Delia Ceruti si ispira agli effetti dannosi della moda usa e getta: la tendenza moderna all’acquisto compulsivo degli abiti, il movimento che si sposta rapidamente dalla passerella al consumatore e infine alla spazzatura. Obiettivo dell’artista è portare alla consapevolezza di un inutile fanatismo estetico, attraverso la creazione e l’esecuzione di un pezzo altamente visivo, metaforico, emotivo e, a tratti, ironico e trash. Dietro si palesa il tema dello sfruttamento delle persone che lavorano in condizioni disumane, la produzione smodata che genera inquinamento, il loop negativo dello shopping compulsivo che alterna eccitazione a delusione e senso di colpa
Performance di movimento, teatro fisico e danza, porta Delia a usare trapezio di danza, corde multiple, sete, cerchio aereo, pattinaggio e camminata su palafitte.

Ha lavorato ampiamente come Duo D&G con doppio trapezio. Attualmente si esibisce nella produzione di Roberto Olivan “Cuculand Souvenir” in Spagna, in “Quimera” di NUA Dance (Londra) e in “Project Zero” di CircusMASH (Birmingham).

Luogo di residenza

Perempruner // Chapiteau Vertigo
// Café Muller



Date di Residenza

24 febbraio-18 marzo 2020
// 13 al 28 aprile 2020