Impromptu (2018)

IMPROMPTU (che in francese significa “improvviso”, ma anche “improvvisazione”, intesa soprattutto come improvvisazione musicale che lascia agli interpreti un margine di libertà nella creazione dell’esecuzione) è un metissage di tecniche, stili e creazioni portate in scena da diciassette giovani artisti di Cirko Vertigo, sotto l’occhio attento del maestro francese Eric Angelier direttore della scuola Arc en Cirque di Chambéry.

Gli artisti di circo mettono in discussione leggi di gravità, di equilibrio, di appartenenza. Sovvertono le regole, infrangono i tabù. Osservano il mondo da un altro punto di vista: da una fune tesa, da un trapezio, attraverso il gioco delle mani e dello sguardo. Il linguaggio del circo, aperto a ogni forma artistica ed espressiva, si permea quotidianamente di nuovi stimoli ed influenze, per rielaborarli, rinnovarli e dar forma a nuove esaltanti creazioni. Caleidoscopio di emozioni, crocevia di percorsi umani ed artistici. Impromptu è questo e molto di più, un contenitore di sorprese da scoprire lasciandosi incantare dalle evoluzione degli artisti.

In scena tutte le principali discipline del circo, dalle evoluzioni aeree ai tessuti alla giocoleria, dall’acrobatica mano a mano all’equilibrismo sul filo teso, dalla giocoleria contact al trapezio, dalla contorsione alle evoluzioni al palo cinese. Protagonisti quindici artisti internazionali provenienti da Italia, Grecia, Spagna, Svizzera, Messico, Argentina, Cile e Colombia.

Lo spettacolo si colloca sulla scia del solido partenariato con la Francia ampiamente rafforzato negli ultimi anni dal progetto PasseparCirque che ha visto la Scuola di Cirko Vertigo gemellata con quella di Chambéry.