Time per We273″

martedì 29 Dicembre
2015

4’33” è il titolo dell’opera più conosciuta di Cage, che ha portato ad una riflessione sul lavoro di composizione di blucinQue, tradotto nel titolo We273” , come punto di partenza per questa creazione. Uno spunto. Forse un omaggio. Sicuramente un’idea di studio per questo lavoro che parte dalle prime presentazioni con il titolo Time. Il suono e la sua relazione con lo spazio, con la voce, con il corpo. L’attrezzo circense come strumento musicale, che vibra e risuona. Il ritmo che scaturisce dallo spazio e dalle parole, e da un corpo sempre in disequilibrio e spiazzato, un corpo sonoro, poetico, che si muove nel tentativo di accordarsi per creare percorsi, forse sogni.

Noi e il silenzio, noi e la relazione col suono e l’ambiente circostante. Una sorta di perdita di coscienza momentanea e di indagine sullo spiazzamento e la relazione. Tutto è silenzio, un silenzio che si muove e risuona e porta alla composizione musicale e alla scoperta sulla scena. Prendono vita i personaggi attraverso un tempo scandito, preciso, creano un ritmo, si interrompono, presentano frammenti della loro personalità, danzano le loro storie scandite al battere del silenzio.

[:en]

[:fr]

Caterina Mochi Sismondi, lavora come regista e coreografa e fonda la compagnia blucinQue in un percorso di ricerca personale in equilibrio tra tradizione e sperimentazione, parola e movimento, attraverso diversi settori della creatività contemporanea: teatro danza, letteratura, arti visive, produzione musicale e performance. Dopo il diploma alla Civica Paolo Grassi di Milano, inizia a lavorare a più progetti di creazione. Attraverso varie residenze artistiche con la compagnia presenta lavori e tappe performative in rassegne e teatri in Italia e all’estero e dal 2014 collabora anche con l’Associazione Qanat Arte e Spettacolo e con il Superbudda di Torino.

Regia di Caterina Mochi Sismondi
con Giulia Lazzarino Andrea Cerrato Jonathan Rodriguez, Lukas Vaca Medina.
Sound design Albert Fratini
Produzione Associazione Qanat Arte e Spettacolo

[:en]

Caterina Mochi Sismondi, lavora come regista e coreografa e fonda la compagnia blucinQue in un percorso di ricerca personale in equilibrio tra tradizione e sperimentazione, parola e movimento, attraverso diversi settori della creatività contemporanea: teatro danza, letteratura, arti visive, produzione musicale e performance. Dopo il diploma alla Civica Paolo Grassi di Milano, inizia a lavorare a più progetti di creazione. Attraverso varie residenze artistiche con la compagnia presenta lavori e tappe performative in rassegne e teatri in Italia e all’estero e dal 2014 collabora anche con l’Associazione Qanat Arte e Spettacolo e con il Superbudda di Torino.

Regia di Caterina Mochi Sismondi
con Giulia Lazzarino Andrea Cerrato Jonathan Rodriguez, Lukas Vaca Medina.
Sound design Albert Fratini
Produzione Associazione Qanat Arte e Spettacolo

[:fr]

Caterina Mochi Sismondi, lavora come regista e coreografa e fonda la compagnia blucinQue in un percorso di ricerca personale in equilibrio tra tradizione e sperimentazione, parola e movimento, attraverso diversi settori della creatività contemporanea: teatro danza, letteratura, arti visive, produzione musicale e performance. Dopo il diploma alla Civica Paolo Grassi di Milano, inizia a lavorare a più progetti di creazione. Attraverso varie residenze artistiche con la compagnia presenta lavori e tappe performative in rassegne e teatri in Italia e all’estero e dal 2014 collabora anche con l’Associazione Qanat Arte e Spettacolo e con il Superbudda di Torino.

Regia di Caterina Mochi Sismondi
con Giulia Lazzarino Andrea Cerrato Jonathan Rodriguez, Lukas Vaca Medina.
Sound design Albert Fratini
Produzione Associazione Qanat Arte e Spettacolo

INFO

Chapiteau, Genova Porto Antico (Area Mandraccio)
17.00 e 21.00

€ 14, € 10, € 8

CONTATTI

+39 010 8600232
info@sarabanda-associazione.it
http://www.sarabanda-associazione.it

[:en]

€ 14, € 10, € 8

[:fr]

€ 14, € 10, € 8